LA MUSICOTERAPIA: UN’IMPORTANTE CHIAVE DI VOLTA PER IL BENESSERE NELL’ETÀ ANZIANA

Sin dall’antichità, l’ascolto della musica ha rappresentato uno dei piaceri più diffusi tra le persone di tutte le fasce d’età. Oggi più che mai, la musica costituisce una parte importante della nostra vita. Grazie infatti anche alla diffusione della rete mobile e dei servizi di streaming online, oggi chiunque può ascoltare musica in qualsiasi momento e potendo scegliere tra un catalogo vastissimo di genere e artisti.  In questo articolo tratteremo dei benefici della musica sulla salute e sul benessere personale.

street-musicians-406850

Parenti, amici, ma anche i mass media, ci informano costantemente dei benefici della musica, in grado di aiutarci a migliorare i processi mentali o ad affrontare in maniera più efficace lo stress quotidiano. Questo “sentito dire” riflette l’interesse sempre più crescente che diverse Scienze, e in particolare la Psicologia, stanno avendo nei confronti delle potenzialità benefiche della musica.

Le ricerche e gli studi sono diventati talmente numerosi e complessi che oggi parliamo di Musicoterapia, indicando con tale termine quella specifica disciplina che utilizza i suoni musicali e il movimento per intervenire in condizioni sia patologiche che normali con finalità educative, riabilitative, terapeutiche e ludiche.

In modo particolare per l’età anziana, la musica offre la possibilità di comunicare attraverso un codice alternativo a quello verbale che, non risentendo del deterioramento fisiologico, favorisce il raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • Comunicazione ed espressione: la musicoterapia offre la possibilità di padroneggiare un codice attraverso il quale rivelare agli altri ciò che noi siamo e proviamo. In particolare in età anziana, il suono può rappresentare, accanto al codice verbale, una risorsa fondamentale in grado di sostenere il benessere e aiutare la piena espressione del proprio sé.
  • Socializzazione: grazie alla musicoterapia è possibile stabilire o rinforzare i legami interpersonali, la propria identità e favorire l’emergere di sentimenti positivi generati dal senso di appartenenza.
  • Apprendimento: il suono aiuta a riacquistare le abilità perdute o malmesse, favorendo il coordinamento tra l’attività cognitiva e il controllo motorio.
  • Movimento: attraverso la stimolazione fisica, la musicoterapia aiuta la motilità generale degli arti, nei casi ad esempio in cui vengano colpiti da patologie o per contrastare l’atrofia muscolare che sopraggiunge in età anziana.
  • Sostegno psicologico: i suoni musicali aiutano ad affrontare gli stress quotidiani e vivere una vita maggiormente equilibrata, allontanando le emozioni negative, i pensieri disfunzionali, gli stati depressivi e le ansie di varia natura.

dance-1052378

Gli interventi di Musicoterapia possono essere rivolti a differenti soggetti sociali: le famiglie in cui vivono gli anziani, gruppi e comunità di anziani residenti. Inoltre,
all’interno di una visione olistica dell’uomo, gli obiettivi proposti concorrono, nella loro complementarietà, a migliorare la qualità di vita degli anziani, sostenendo percorsi di salute e benessere fisico, sociale, comunicativo ed emozionale.

Cliccando qui potrai consultare l’elenco nazionale dei Musicoterapeuti Professionisti riconosciuti della Federazione Italiana Musicoterapeuti (F.I.M) e ottenere così tutte le informazioni di cui hai bisogno.

 

 

 

Annunci

One thought on “LA MUSICOTERAPIA: UN’IMPORTANTE CHIAVE DI VOLTA PER IL BENESSERE NELL’ETÀ ANZIANA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...